Artisti, opere, mostre

LA STRADA DELLA TERRA

CURATELA

Ho dedicato la mia intera attività da curatore indipendente di arte contemporanea alla ricerca sulle pratiche artistiche site and audience specific, l’arte pubblica e le pratiche di partecipazione socially engaged.  In questo ambito di ricerca e lavoro ho curato (ideato e prodotto) mostre e progetti culturali presso enti pubblici, musei e gallerie private.

Un certo numero di mostre da me curate sono emerse, nei temi e nelle opere esposte, da un’ottica fortemente situata e comunitaria, risultando per lo più da percorsi residenziali di arte pubblica. Mi riferisco alle mostre associate al ciclo di residenze senseOFcommunity iniziato nel 2011 e proseguito fino ad oggi con 16 residenze e altrettante mostre:  l’ultima, INNESTI, niente è più come prima, a Bologna presso lo spazio espositivo del progetto Agricola Cacca, ha presentato la ricerca degli artisti sulla relazione tra pratiche agricole e pratiche comunitarie.  La mostra La Vera Natura, a sua volta, giunge al termine di un processo di ricerca site and audience specific che ha coinvolto molti tra artisti e cittadini avviato con il progetto riserve urbane a Marostica nel 2015.  Sono progetti site specific e community based, Let’s Rain, opera del collettivo Panem Et Circenses, iniziata nel 2017 e ancora in corso e Giardini di Connessione, opera pubblica partecipata di Giorgia Valmorri, iniziata nel 2015 e ancora in corso.  È una mostra interamente dedicata a interventi artistici site specific, Portati dal Vento, mostra personale di Giorgia Valmorri a Venezia nel 2015.

Con il progetto X.Forma, nato in collaborazione con il collettivo Aulò Teatro, iniziato nel 2017 ho indagato con artisti performer il rapporto tra performance partecipata nell’ambito dell’arte pubblica e performance teatrale nell’ambito del teatro di ricerca, applicando questa ricerca alla rigenerazione urbana e al lavoro sulle pratiche di partecipazione.

Tra le altre mostre da me curate e dedicate a questo approccio alla pratica artistica, #Connected, progetto espositivo site specific presso gli Orti Botanici di Firenze nel 2013 e Palermo nel 2014; Quando il nonno pescava  nel 2014, personale del collettivo PetriPaselli presso la Galleria Adiacenze di Bologna; Stati di Veglia, sette tappe di una geografia sentimentale nel 2014, progetto community based e opera pubblica partecipata di Beatrice Bartolozzi.

Per approfondire su ogni singolo progetto, suggerisco di visitare il mio blog su Tumblr e, in particolare la sezione dedicata alle MOSTRE: 

https://silviapetronici.tumblr.com/projects

SILVIA PETRONICI

curatore indipendente di arte contemporanea 

philosophical counselor

t.  +39 3495086807

mail  studio23sp@gmail.com

p.iva 03942870241